almaviva-chiude-licenziamentiOrmai la notizia è ufficiale: la sede di Roma del call center Almaviva Contact è in chiusura. Sono state già inviate le lettere di licenziamento ai 1.666 dipendenti dell’azienda.





Una brutta notizia di fine anno, la prima batosta del governo dopo il referendum dopo la speranza di una trattativa con il Ministero dello Sviluppo Economico. Stando alle fonti però, questo tentativo di venirsi incontro, permettendo la sopravvivenza del call center Almaviva è fallito: la sede verrà chiusa e i lavoratori licenziati.

Non si può dire che non ci sia stata la volontà da parte dei lavoratori, che pur di conservare il posto di lavoro, avevano suggerito tre mesi in cassa integrazione per poi cercare di strappare un ulteriore accordo, stavolta definitivo, che prevedeva dei tagli agli stipendi.




Ci si chiede, a fine anno, di fronte a 1666 persone che perdono il lavoro, come effettivamente il Governo e il Ministero dello Sviluppo Economico vengano incontro a problematiche di tale genere, che sempre più affliggono i lavoratori del paese.




http://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2016/12/1476950226-0-almaviva-i-dipendenti-di-palermo-occupano-la-sede-1024x576.jpghttp://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2016/12/1476950226-0-almaviva-i-dipendenti-di-palermo-occupano-la-sede-150x150.jpgAttualitàCronacaalmaviva,economia,governo,Lavoro,licenziamenti,renzi,romaOrmai la notizia è ufficiale: la sede di Roma del call center Almaviva Contact è in chiusura. Sono state già inviate le lettere di licenziamento ai 1.666 dipendenti dell'azienda. // Una brutta notizia di fine anno, la prima batosta del governo dopo il referendum dopo la speranza di...Giornale online di informazione