isis-gattiIl nuovo decreto dell’Isis vieta la presenza dei gatti nelle abitazioni: il motivo è che sarebbero contro la visione e l’ideologia jihadista.

Sembra impossibile e invece è tutto vero: L’Isis approva una legge anti-gatto e nel Califfato parte lo sterminio. A Mosul, l’ultima città irachena occupata dai combattenti jihadisti, è stata emessa una fatwa , cioè una legge islamica, che vieta la presenza dei gatti nelle abitazioni. Lo riferisce Al Sumeria, un’emittente irachena. Tutti gli abitanti della città sono stati chiamati ad applicare la fatwa e a non opporsi alla direttiva impartita dagli uomini di al-Baghdadi, autorizzati a requisire gli animali e a ucciderli.


Il motivo, stando a quanto scritto sul decreto, è che i gatti andrebbero “contro la visione, l’ideologia e le credenze” jihadiste. Secondo alcuni esperti musulmani però non sarebbe esattamente così: nella tradizione musulmana i gatti sono animali puri e benedetti, tanto che persino Maometto ne aveva uno di cui si prendeva cura. La gatta si chiamava Muezza e si era addormentata accanto al Profeta islamico che per non svegliarla preferì tagliare la stoffa della veste una volta arrivata l’ora della preghiera.

Ma non è tutto, questo provvedimento va contro quelo che è stato fino ad ora il comportamento dei combattenti dell’Isis. I gatti, infatti, sono stato utilizzati dai combattenti di Daesh come vero e proprio strumento di propaganda, postati sui social per far leva sul lato emotivo delle persone.



L’Isis, dopo le minacce all’Italia e agli ultimi reclutamenti, torna a far parlare di sè mostrandosi sempre più spietata, non solo contro le persone ma anche contro di gli animali. La notizia, che può sembrare una bufala, è stata pubblciata anche da altre testate, come Repubblica.

http://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2016/10/catwa.jpghttp://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2016/10/catwa-150x150.jpgAttualitàShockAnimali,Gatti,guerra,isis,jihadIl nuovo decreto dell'Isis vieta la presenza dei gatti nelle abitazioni: il motivo è che sarebbero contro la visione e l'ideologia jihadista. Sembra impossibile e invece è tutto vero: L'Isis approva una legge anti-gatto e nel Califfato parte lo sterminio. A Mosul, l'ultima città irachena occupata dai combattenti jihadisti, è stata emessa...Giornale online di informazione