Perchè quando votiamo ci viene data una matita copiativa e non una penna o un pennarello? È possibile cancellare il segno della matita, modificando il voto di una scheda? Ecco come funziona la matita copiativa.




Molti cittadini, dopo aver votato, escono dai seggi elettorali chiedendosi perché è stato chiesto loro di esprimere la loro preferenza tramite una matita e non un pennarello o una penna. Capita spesso, sopratutto sui social, di trovare post o lamentele al riguardo unite alla preoccupazione di vedere il proprio voto modificato. Ma niente paura, vediamo perché si usa la matita copiativa e cosa ha di speciale.

La matita usata per votare è detta matita copiativa, ed è realizzata con un impasto di colorante solubile in acqua (blu di metilene o violetto di metile), misto a talco e a un collante (gomma adragante) che conferisce resistenza. Sono particolarmente adatte per votare perché il loro tratto non è cancellabile. Quindi non è possibile compiere brogli alterando le schede già votate.




Inoltre, essendo le matite uguali per tutti, non è possibile identificare l’elettore dal tratto che compare sulla scheda, garantendo anche così la segretezza del voto.
In effetti oggi si potrebbero usare anche altri mezzi di scrittura, come le penne biro con inchiostro indelebile, ma queste si sono diffuse solo a partire dagli anni Sessanta, mentre la tradizione della matita copiativa è più antica, e rimane la preferita dal ministero degli Interni.
Ma non è soltanto una questione di tradizione: si utilizza la matita copiativa e non biro o pennarelli perché questi ultimi si consumano più in fretta e richiedono ricambi continui: bisogna tenere conto infatti che gli elettori sono migliaia per ogni comune, e servirebbero molte più penne e quindi aumenterebbero i costi, che in genere sono già molto alti (quanto? clicca qui per scoprirlo). Biro e pennarelli inoltre possono macchiare la scheda e rendere così i voti nulli.




http://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2017/06/1208171562506_00c21c1a.jpghttp://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2017/06/1208171562506_00c21c1a-150x150.jpgScienza5 stelle,elezioni,matita copiativa,pd,referendum,salviniPerchè quando votiamo ci viene data una matita copiativa e non una penna o un pennarello? È possibile cancellare il segno della matita, modificando il voto di una scheda? Ecco come funziona la matita copiativa. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({}); Inoltre, essendo le matite uguali per tutti, non è possibile identificare...Giornale online di informazione