carta vetrata

Dimenticate la truffa dello specchietto, la tecnica del pongo o il lancio del sasso contro una vettura per simulare un incidente. L’ultima novità in materie di truffa da strada è la cosidetta truffa della carta vetrata. A segnalarla è una donna di 60 anni, colpita nella prima serata di ieri mentre viaggiava con la sua vettura sull’autostrada Roma-Fiumicino.

 

COME FUNZIONA – Questa tecnica si differenzia dagli altri raggiri poiché si basa sulla tensione indotta da una prima aggressione verbale. La malcapitata si è infatti trovata improvvisamente un’auto al fianco sinistro con il finestrino aperto, quando il conducente della vettura l’ha aggredita verbalmente, intimandogli di fermarsi. Affiancata la vettura presa di mira, solitamente condotta da una donna o da un anziano, ma comunque da persone sole, la stessa viene costretta ad accostare sulla corsia di emergenza mentre il truffatore prosegue nelle sue urla ed accuse al fine di mantenere alta la tensione.




Mentre la macchina accosta, il truffatore scende dalla propria e, una volta che è riuscito a far sostare la macchina del povero malcapitato,prende dalla tasca un pezzo di carta vetrata. Nel modo di avvicinarsi alla macchina, facendo il giro, utilizza quindi il piccolo foglio di carta vetrata piegato nel palmo della mano per rigare l’auto presa di mira, al fine di fornire prova dell’urto.

LA RICHIESTA DI SOLDI – La truffa prosegue con la richiesta di una somma di denaro, nel caso della signora romana di 150 euro, come risarcimento bonario per il danno alla sua auto (già graffiata in precedenza). Nell’ultimo caso la signora, spaventata, ha dato poi all’uomo 50 euro, una somma sufficiente a farlo desistere dalla propria richiesta iniziale.




COSA FARE- Prima di tutto, state attenti mentre guidate. Se siete sicuri di non aver fatto nessun incidente, dubitate di quello vi viene detto. Nel caso il tentativo di truffa sia evidente, non esitate a chiamare le forze dell’ordine. Il nostro consiglio è sempre e comunque chiedere un documento al guidatore con cui si fa un incidente, cosa che, a quanto pare, basta a far desistere gli intenti di ogni truffatore.

http://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2016/09/cartavetrata-1.jpghttp://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2016/09/cartavetrata-1-150x150.jpgAttualitàCronacaCarta Vetrata,truffa,truffeDimenticate la truffa dello specchietto, la tecnica del pongo o il lancio del sasso contro una vettura per simulare un incidente. L'ultima novità in materie di truffa da strada è la cosidetta truffa della carta vetrata. A segnalarla è una donna di 60 anni, colpita nella prima serata di...Giornale online di informazione