trump-guerra-mondialeIl termine terza guerra mondiale è stato creato dai mass media molti anni fa, quando i rapporti tra Russia e U.S.A. sembravano sul punto di una crisi. L’ipotesi storica di un conflitto tra le grandi potenze è tornato a far parlare di sé con le elezioni americane.

A spaventare il presidente russo era soprattutto la possibile elezione di Hillary Clinton, che aveva in più occasioni mostrato la sua linea dura nei rapporti con Putin. Ben diversa è invece l’idea del nuovo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Putin e Trump potrebbero quindi trovare un terreno comune e provare ad avere un interesse per entrambe le parti.




A preoccupare con Trump presidente sono infatti gli stretti rapporti di amicizia che i due sembrerebbero avere. Il presidente russo in più occasioni ha inoltre dichiarato di preferire di gran lunga la vittoria di Trump a quella della Clinton, dal momento che ha idee ben diverse per la politica estera.

Vediamo quali potrebbero essere i rapporti tra Trump e Putin e quali i rischi della politica estera del 45° presidente degli Stati Uniti.

Terza guerra mondiale: la politica estera di Trump
Nel primo discorso fatto alla nazione Trump ha parlato di rendere grande l’America, di riportarla ai livelli del passato.

A spaventare maggiormente è la proposta di Trump di creare una barriera al confine con il Messico, un’eventualità che potrebbe portare non poche conseguenze.
Come anche la guerra commerciale alla Cina: I timori di molti riguardano proprio ripercussioni che si avrebbero con una guerra commerciale alla Cina, soprattutto se si avesse un’alleanza con la Russia di Putin.

Terza guerra mondiale: e se Putin diventasse l’alleato?
In uno scenario di un conflitto che coinvolga diverse potenze si è sempre ipotizzato che la Russia e gli Stati Uniti potessero parteggiare per diversi schieramenti.
I rapporti che Trump e Putin sembrano avere potrebbero però portare ad un’alleanza tra le due potenze.




Alleanza che potrebbe trasformarsi in rapporti commerciali o altro, ma che porterebbe il mondo ad avere serio timore di un conflitto. Trump ha in più occasioni sostenuto la politica di Putin adottata in Siria e potrebbe con lui aumentare la lotta al terrorismo.



Le idee di Trump nei confronti della Russia sono chiare: allentare le tensioni. Le due potenze devono infatti trovare un punto in comune, un interesse che li faccia essere alleati.
L’idea del 45° presidente degli Stati Uniti è infatti quella di attuare il piano protezionistico, semplice, queste le dichiarazioni di Trump: L’America ha bisogno di un piano audace, semplice e realizzabile in base a principi economici conservatori.

http://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2016/11/AP33032636435-1024x576.jpghttp://www.gazzettadelmattino.it/wp-content/uploads/2016/11/AP33032636435-150x150.jpgAttualitàamerica,conflitto,putin,terza guerra mondiale,trumpIl termine terza guerra mondiale è stato creato dai mass media molti anni fa, quando i rapporti tra Russia e U.S.A. sembravano sul punto di una crisi. L’ipotesi storica di un conflitto tra le grandi potenze è tornato a far parlare di sé con le elezioni americane. A spaventare il...Giornale online di informazione